Sei in ds Notizie ›› 2020 ›› II semestre ›› I complessi partenariati di ricerca con Cina e i paesi terzi in Horizon Europe

I complessi partenariati di ricerca con Cina e paesi terzi in Horizon Europe -


Una breve panoramica sulle difficili trattative per l'accesso dei paesi terzi al Programma Quadro Horizon Europe.

Secondo Maria Cristina Russo, direttrice della Direzione Cooperazione Internazionale (DG RTD, Commissione europea), stabilire nuove regole per la collaborazione scientifica con la Cina resta un esercizio abbastanza complicato.

 

Le discussioni per il partenariato su R&I con la Cina mirano a mettere in piedi nuove condizioni quadro per la cooperazione scientifica: l'UE è determinata a ottenere un migliore accesso per i suoi ricercatori in Cina, così come l'accesso ai dati scientifici cinesi che, tradizionalmente, è quasi impossibile.

 

Le differenze politiche con la Cina indicano che sarà molto improbabile che Bruxelles offra un'ampia partnership nell'ambito del nuovo programma quadro di ricerca, Horizon Europe. La Russo ha notato che l'UE si è mossa per controllare in modo più selettivo la partecipazione dei paesi terzi ad Horizon Europe, aggiungendo una nuova clausola che, secondo gli analisti, mira principalmente a impedire a Cina e Stati Uniti di accedere a ricerche europee sensibili dal punto di vista tecnologico.


Per ulteriori informazioni clicca qui