Sei in Ricerca Europea ›› VII Programma Quadro ›› COOPERAZIONE ›› Tecnologie dell'informazione e della comunicazione

Tecnologie dell'informazione e della comunicazione

Budget € 9.1 miliardi per tutta la durata del Programma Quadro.

 

Obiettivo

L'importanza del settore delle Tecnologie dell'informazione e della comunicazione per L'Europa emerge sia dal fatto che esso rappresenta il 6-8% del PIL europeo, e sia perché le TIC risultano essere vitali per andare incontro alle sfide della globalizzazione incentivando l'innovazione, la creatività e la competitività del sistema economico,sviluppare la scienza dell'avanguardia in tutti i settori scientifici e tecnologici, rendere il settore pubblico europeo più efficiente e modernizzare altri settori che vanno dall'educazione all'energia, affrontare le sfide della società, migliorando la qualità di vita e andando incontro alle esigenze di una società più anziana.

Per questi motivi, "Tecnologie dell'informazione e della comunicazione" è uno dei temi chiave del 7° Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico.

La ricerca su TIC nel VII Programma Quadro si focalizza su 7 sfide o "challenges": 3 "challenges" sono focalizzate su temi che realizzino una leadership europea industriale, le altre 4 sono invece focalizzate su temi che realizzino obiettivi socio-economici.

 

Tematiche di ricerca

Preparare le reti del futuro: le infrastrutture dell'"information" del futuro connetteranno contemporaneamente milioni di persone, innumerevoli organizzazioni e miliardi di servizi - PC, cellulari, server, sensori etc.

 

Queste infrastrutture sosterranno gli sviluppi economici in tutta Europa, e saranno all'origine dei nuovi servizi e opportunità economiche. Essere leader in questo settore è essenziale per raccogliere i benefici delle TIC in aree tanto diverse, quali il manifatturiero e l'assistenza medica domiciliare.

La sfida che si vuole vincere è quella di rendere la rete e le infrastrutture di servizi più robuste, sicure e capienti.

 

Macchine" più intelligenti, servizi migliori: la sfida di questo settore verterà sullo sviluppo di sistemi TIC più consapevoli di ciò che li circonda, e capaci di imparare e interagire con le persone nella maniera più naturale possibile. In questo modo questi robot e "manufatti intelligenti" saranno capaci di rispondere meglio alle esigenze degli uomini.

 

Componenti, sistemi, ingegneria: le aziende europee sono ad oggi leader mondiali come fornitori di componenti elettronici ad industrie tanto varie, quali: trasporti, telecomunicazioni, attrezzature mediche, etc. L'Europa vanta un primato anche per le tecnologie della fotonica, plastiche elettroniche, display flessibili e micro e nano sistemi. La sfida quindi è quella di supportare l'industria e l'accademia europea in questo settore strategico e assicurare che queste nuove tecnologie soddisfino i bisogni dell'economia e della società.

 

Contenuti e biblioteche digitali: le tecnologie danno la possibilità di accedere, creare e condividere i contenuti nella misura più ampia possibile. Inoltre ci permettono di apprendere meglio e di preservare ed arricchire il nostro patrimonio culturale. Ad oggi sebbene siamo sommersi da informazioni, siamo carenti di strumenti di apprendimento a distanza (eLearning). La ricerca in questa sfida ha l'obiettivo di incentivare lo sviluppo delle librerie digitali, aiutandoci a creare, interpretare, usare e preservare in maniera più semplice le risorse culturali e scientifiche e rivoluzionare l'apprendimento attraverso tecnologie più intuitive.

 

Migliorare l'efficienza delle cure sanitarie: la ricerca che sostiene questa sfida ha l'obiettivo di migliorare la qualità, la disponibilità e l'efficienza delle cure mediche sviluppando le tecnologie per migliorare tutto ciò che riguarda il settore: dall'amministrazione alle immagini biomedicali, dalle cure personalizzate domiciliari alla creazione di nuove medicine.

 

Ambiente, energia e trasporti. La ricerca che sostiene questa sfida si snoda su due temi:

 

  • Automobili intelligenti", che renderanno il sistema dei trasporti più sicuro ed ecologico,
  • Ambiente sostenibile ed efficienza energetica: sia attraverso una maggiore ripresa degli impianti chimici, oleodotti, etc. in modo da renderli più sicuri ed efficienti a livello energetico e sia attraverso lo sviluppo di nuovi sistemi di monitoraggio più efficaci sugli ambienti a rischio.


"Accesso per tutti" - enclusion: Le tecnologie offrono molti vantaggi alla società europea, ma non tutti ne sentono il beneficio. La società europea stà evolvendosi - la proporzione della popolazione over 65 aumenterà dal 20% al 28% da oggi fino al 2025, e dal 2050 si prevede che gli anziani saranno più del 160% dal livello del 1985. Le tecnologie possono aiutare a far fronte a questa sfida, estendendo il tempo che le persone anziane possano vivere in maniera più indipendente nei loro ambienti preferiti e fornire le nuove generazioni di prodotti e servizi per aiutare l'integrazione delle persone a rischio di esclusione. I nuovi servizi saranno di supporto alla società civile ed apriranno nuove opportunità anche all'industria europea.

 

Oltre le sfide: tecnologie future ed emergenti Accanto alle 7 sfide sopra riportate, il tema TIC, nell'ambito dell'area delle "Tecnologie Future ed Emergenti (FET)", supporta anche la ricerca di frontiera, ad alto rischio. La ricerca si basa sull'esplorazione di strade fortemente interdisciplinari sviluppando nuovi concetti e dimostrando nuove possibilità per nuovi mercati.