Sei in Ricerca Europea ›› VII Programma Quadro ›› CENTRO COMUNE DI RICERCA

CENTRO COMUNE DI RICERCA

Budget € 1751 milioni per tutta la durata del Programma Quadro

 

 

Il Centro Comune di Ricerca (CCR) - o nella denominazione inglese Joint Research Centre - è una delle Direzioni Generali della Commissione Europea (cade sotto la responsabilità del Commissario Potocnik, insieme alla DG Ricerca), e svolge attività di ricerca e sviluppo tecnologico direttamente per conto dell'Unione Europea. Infatti, nell'ambito del Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico, le attività di ricerca svolte dal CCR sono chiamate attività "dirette", a differenza di progetti svolti da organismi terzi selezionati tramite inviti a presentare proposte, che si definiscono attività "indirette".


L'Unione Europea si avvale del CCR soprattutto per tematiche riguardo alle quali è importante mantenere una perfetta indipendenza da interessi nazionali o privati. Si tratta per lo più di studi a supporto delle decisioni politiche della Commissione Europea, e di progetti richiesti espressamente da altre Direzioni Generali della Commissione.

 

La dotazione finanziaria prevista nel VII Programma Quadro per le attività non nucleari dirette è di 1751 milioni di Euro. Sono previste altri 517 MEuro nel programma Euratom.


Il CCR può inoltre partecipare agli inviti a presentare proposte del Programma Quadro, su base competitiva e in collaborazione con organismi terzi.

 

Il CCR comprende sette laboratori:

 

 

 

Ispra (I): Istituto per la Protezione e la Sicurezza del Cittadino (IPSC)
Istituto per l'Ambiente e la Sostenibilità (IES)
Istituto per la Salute e la Protezione dei Consumatori (IHCP)
Geel (B): Istituto per Materiali di Riferimento e Misure (IRMM)
Karlsruhe (D): Istituto per gli Elementi Transuranici (ITU)
Petten (NL): Istituto per l'Energia (IE)
Siviglia (E): Istituto per gli Studi Prospettivi Tecnologici (IPTS)